Ruoli e responsabilità dell’avvocato penalista

Ruoli e responsabilità dell’avvocato penalista

Un avvocato può decidere di specializzarsi in vari settori. Quando il reato commesso comporta delle implicazioni di tipo penale per colui che potenzialmente lo ha commesso, si parla di avvocato penalista, una specializzazione della professione forense molto particolare che data la delicatezza delle situazioni che si trova ad affrontare richiede determinate caratteristiche caratteriali. 

A differenza dell’avvocato civilista che si occupa di cause di lavoro o di  liti condominiali e dell’ avvocato matrimonialista che si occupa invece di divorzi e dei diritti dei minori coinvolti durante la separazione dei due coniugi, il penalista si occupa invece di tutte quelle cause che coinvolgono la singola persona e può rappesentare sia colui che ha commesso il reato sia chi lo ha subito. 

Cosa fa l’avvocato penalista

Pertanto, tutte le volte che si ha a che fare con la violazione delle norme previste dalla legge, si ha a che fare con un reato di tipo penale. 

Il ruolo dell’avvocato penalista è appunto quello di difendere l’imputato prendendo le sue parti in sede processuale, assistendolo o rappresentandolo.

Tra i reati penali di cui questo giurista si occupa i più comuni sono l’appropriazione indebita ed il furto, il delitto, la rapina, la violenza sessuale o le violazioni del codice stradale. Questi reati hanno come conseguenza la reclusione o la contravvenzione a seconda del tipo di reato. 

La formazione di un avvocato penalista 

Come qualunque giurista, anche l’avvocato penalista deve frequentare la facoltà di Giurispludenza o di Scienze Giuridiche. Sia il percorso canonico dei 5 anni che il Corso di laurea di 3 anni più due di specializzazione sono adatti allo scopo. Alla fine del percorso di laurea sarà necessaria la discussione di una tesi in sede di laurea, altro elemento determinante la votazione finale. 

La differenza tra un tipo di avvocato specializzato in un settore ed un’altro che invece decide di specializzarsi in un campo differente sta nei 18 mesi di abilitazione alla professione ovvero durante il tirocinio professionalizzante presso un professionista, uno studio legale, o una società che opera nello stesso settore. 

Infatti, un giurista che decide di intraprendere la carriera di penalista dovrà fare esperienza presso uno studio legale che si occupi di diritto penale da più di 5 anni che abbia apresenziato un numero di 20 udienze e redatto almeno sei atti.

Finiti i diciotto mesi di pratica, l’avvocato dovrà sostenere un esame, l’Esame di Stato abilitante alla professione di avvocato composto da tre esami scritti e uno orale. Passato l’esame, l’aspirante avvocato potrà iscriversi all’Albo che lo abiliterà all’esercizio della professione forense. Dipenderà da lui se proseguire come libero professionista, associarsi ad altri o diventare avvocato di Stato. 

Le caratteristiche che un bravo avvocato penalista deve avere

Naturalmente, dato il ruolo importante che questo rappresentante legale performa, bisogna prestare molta attenzione nel momento in cui scegliamo colui che ci rappresenterà. Tra le caratteristiche che un rappresentante legale che si occupa di diritto penale deve avere troviamo: 

  • la conoscenza delle norme e delle leggi e il continuo aggiornamento, 
  • un carattere fermo e deciso, 
  • la precisione e tempestività, 
  • almeno 10 anni di esperienza nel settore. E’ bene infatti che il nostro giurista abbia già affrontato casi simili in passato in modo da essere in grado di affrontare con cognizione di causa casi simili futuri, 
  • deve essere una persona di fiducia, 
  • deve essere presente, in grado di presenziare qualsiasi situazione sapendo sempre quale strategia attuare, 
  • Deve essere onesto e trasparente. Data la delicatezza delle cause, è importante sceglire qualcuno che non voglia approfittare della situazione che sappia rappresentarci attivamente. 

 

Come accertarsi che il rappresentante legale che scegliamo sia in possesso di queste caratteristiche? Prima di tutto attraverso i pareri e le recensioni sul suo conto da parte di persone che sono state precedentemente rappresentate dallo stesso professionista. 

Dove trovarle? Se ci capita di scegliere il nostro rappresentante attraverso un portale online, sarà facile trovare delle opinioni sul suo conto leggendo la sezione “Testimonianze” o “Dicono di noi” sul sito web del professionista nel caso in cui ne abbia uno oppure su Google My Business. 

Di aiuto sarà anche conoscere personalmente il professionista in modo da farsi un’idea concreta sul suo conto e capire se si riesce a creare un rapporto empatico e di fiducia, essenziale per il buon proseguimento del percorso che si sta per affrontare. Il primo colloquio con l’avvocato penalista è anche indispensabile per capire quanto sia preparato e competente in materia. 

 

Dove lavora l’avvocato penalista? 

L’avvocato penalista può avere un proprio studio, lavorare in uno studio associato con altri giuristi o per conto di altri.

Se stai cercando un avvocato penalista vicino alla tua provincia di residenza, contatta pure Il Portale dei Commercialisti.

Se ti è piaciuto"Ruoli e responsabilità dell’avvocato penalista"
Potrebbe piacerti anche:

Vendere online con il dropshipping: come funziona da un punto di vista legale
Vendere online con il dropshipping: come funziona da un punto di vista legale
Sapere
Cassa integrazione dopo COVID-19: tutte le novità
Cassa integrazione dopo COVID-19: tutte le novità
Sapere
Licenziamento per giusta causa: come funziona e quando è lecito
Licenziamento per giusta causa: come funziona e quando è lecito
Sapere

Sei un avvocato?